Articoli taggati :

produzione

i controlli post produzione sui pomodori Ciao
Prove tecniche di perfezione : i controlli post produzione di Ciao il pomodoro di Napoli 1024 576 Alessandra

Prove tecniche di perfezione : i controlli post produzione di Ciao il pomodoro di Napoli

ENGLISH VERSION: CLICK HERE

 

Come facciamo ad essere certi di non deludere le aspettative dei nostri artigiani sulla bontà unica del pomodoro del Vesuvio? Attraverso una serie di controlli che vengono effettuati durante tutto il processo produttivo e che continuano per tutto l’anno, a campione. Scopri gli alti standard della qualità di Ciao il pomodoro di Napoli.

Il pomodoro italiano è unico

Il pomodoro italiano e in particolare quello del Sud Italia è un prodotto unico al mondo che va tutelato dalle imitazioni e dall’Italian Sounding (prodotti stranieri commercializzati all’estero, confondendo i consumatori con nomi molto simili a quelli italiani, ma che di italiano non hanno nulla).

L’unicità dei prodotti del Meridione, è fatta di un saper fare scrupoloso.

Ciao – il pomodoro di Napoli si impegna attivamente nella difesa della napoletanità e lo fa attraverso controlli costanti dei suoi prodotti prima durante e persino dopo il processo produttivo.
Controlli sulla materia prima, sulle coltivazioni, sugli standard di forma colore e consistenza dei pomodori lavorati : un’attenzione unica che abbiamo raccontato qui

Ma i controlli non finiscono con l’inscatolamento dei nostri pomodori.

A produzione ultimata infatti, il prodotto finito entra in quarantena ovvero rimane in azienda prima di essere venduto.
E’ a questo punto che si accendono i riflettori sulla vera “sala di comando” di Ciao – il pomodoro di Napoli: il laboratorio. E’ nel laboratorio che si mettono a verifica tutti i passaggi della nostra lavorazione. Un check a spot per ogni singolo momento produttivo.

Ogni 45 giorni infatti, a campione e per tutto l’anno i lotti di produzione vengono aperti ed analizzati per verificare la conformità del prodotto finito agli standard di qualità di CMDO.

  • Vengono verificati
    il PH
    il grado zuccherino del pomodoro,
    il colore,
    la presenza di pelli,
    la densità delle conserve
    e la presenza di muffa.

Tutti questi controlli assicurano ai nostri artigiani la qualità indiscussa di un prodotto leader nelle cucine di ben 91 paesi. Ecco perché Ciao non è solo una parola conosciuta ovunque, ma sinonimo di qualità in tutte le lingue del mondo!

controlli di qualità
Come arriva in tavola la qualità dei pomodori Ciao 1024 536 Alessandra

Come arriva in tavola la qualità dei pomodori Ciao

ENGLISH VERSION: CLICK HERE

 

Solo pomodori interi e succo di pomodori, in conserva: non serve nessun altro ingrediente per ottenere la qualità dei prodotti Ciao. A questa semplicità si aggiunge un metodo rigoroso che verifichi che tutto sia fatto alla perfezione. Scopriamo insieme da cosa nasce la certezza di portare sempre in tavola l’estate napoletana.

Attenzione, controlli e metodo queste le 3 parole chiave della produzione di Ciao.
I nostri pomodori arrivano nella tua cucina, interi, perfetti, carnosi lucidi e sodi perché vengono inscatolati a poche ore dalla raccolta. Ma anche grazie a controlli puntuali durante tutto il processo di produzione.

Vediamo insieme quanta cura impiega Ciao per mantenere la promessa di portare sempre in tavola l’estate napoletana.

Il primo controllo di qualità è ovviamente quello che avviene nei campi.

Attraverso il monitoraggio costante delle coltivazioni e delle quantità piantate per ettaro e grazie ad accordi precisi con le cooperative agricole è possibile rigettare gli ortaggi non conformi agli standard.

Poi ci sono i test in fabbrica lungo tutto il processo di produzione.

  • Controlli del perfetto colore dei pomodori che scartano i più verdi o i gialli separandoli dai rossi.
    Controlli della calibratura ovvero dell’omogeneità delle grandezze.
    Controlli dell integrità dei pomodori anche dopo la pelatura.

L’ultima verifica prima del confezionamento è quella sempre artigianale delle nostre signore del Vesuvio.

Solo l’esperienza contadina può  completare con occhi e mani il lavoro delle macchine.

In aziende storiche come Ciao – il pomodoro di Napoli, niente quindi può sostituire il lavoro dell’uomo.

Mani e tecnologia insieme fanno dell’innovazione il mezzo per rendere più sicura la tradizione: questa è la morale di una storia fatta di sapore e cultura!