Articoli taggati :

Napoli

Pizzeria Da Gigino Università della Pizza
Ciao e le specialità della Pizzeria Da Gigino Università della Pizza al Napoli Pizza Village 2017 845 445 Alessandra

Ciao e le specialità della Pizzeria Da Gigino Università della Pizza al Napoli Pizza Village 2017

Da Gigino Pizza a Metro  è una vera e propria istituzione campana della pizza nella sua accezione più materica, quella dove il disco di pasta non cambia solo a seconda del condimento, ma anche della “lunghezza della fame”. La Pizza a Metro, infatti non è tonda ma si allunga a richiesta. Questa metodologia di preparazione è stata addirittura brevettata negli anni ‘60. Oggi Giovanni De Simone difende i colori di quella che è ormai una vera Università della pizza, sia per la bravura dei suoi pizzaioli che per i corsi d’arte bianca che periodicamente si tengono nel locale di Vico Equense.
Con un’istituzione così antica della pizza non potevamo non scambiare 2 parole sul Napoli Pizza Village 2017

-Quale specialità presenterai sul Lungomare Caracciolo?
Al Napoli Pizza Village presenterò una pizza a metro con provola e buccia di limone e poi il grande classico alla “Gigino Pizza a metro”: la margherita a metro

-Quale pomodoro userai per la tua Margherita?
Anche per il condimento della pizza a metro le regole restano quelle classiche e gli ingredienti quelli della margherita verace previsti nel Disciplinare della Pizza Stg. Per la margherita a metro, quindi, useremo i classici pelati del Vesuvio.

-Perché hai scelto proprio questa pizza per rappresentare la pizzeria Gigino Pizza a Metro al NPV?
Perché è il nostro cavallo di battaglia, quello che ci ha fatto guadagnare il titolo ad honorem di Università della pizza, conferitoci proprio dai nostri clienti: bisogna assaggiare per comprenderne le differenze.

-Cosa ti aspetti da questa edizione 2017 del Caputo Napoli Pizza Village?
Questa del 2017 è un’edizione speciale del Napoli Pizza Village: un format confermato, ma rinnovato negli orari. 10 giorni per far assaggiare la nostra pizza a metro sia a pranzo che a cena, ci sembrano una meravigliosa vetrina che farà conoscere ancor di più la bontà di questa specialità in tutto il mondo

Pizzeria Lucignolo
Ciao e le specialità della Pizzeria Lucignolo al Napoli Pizza Village 2017 845 445 Alessandra

Ciao e le specialità della Pizzeria Lucignolo al Napoli Pizza Village 2017

Una famiglia di pizzaioli quella di Pino Celio della Pizzeria Lucignolo. In casa Celio si respira il profumo della pizza fritta che affiora dall’olio bollente fin dai tempi della nonna, pizzaiola anche lei per passione.
E di strada ne ha fatta questo giovane artigiano che vanta già un riconoscimento di tutto rispetto al Trofeo Caputo come il primo posto nella categoria Pizza in Pala nell’edizione 2016 del Napoli Pizza Village
E un po’ come Lucignolo, l’amico di Pinocchio che si gode la vita nel paese dei Balocchi, Pino Celio colleziona i suoi successi fatti di tradizione e innovazione con un motto che è tutto un programma “Stupire e sempre stupire”
Dopo la pizza nera che fece scalpore a NPV 2015 e la fritta al forno con le polpette alla napoletana dell’edizione 2016 ecco come Lucignolo ci racconta il suo NPV 2017.

-Quali specialità presenterai sul lungomare Caracciolo?
La mia proposta rossa è una marinara con alici di Cetara e colatura di alici

-Quale pomodoro userai per la tua Marinara?
Il classico pomodoro pelato con i pomodori del Vesuvio come prevede il disciplinare

-Perché hai scelto questa pizza come biglietto da visita a NPV?
La marinara alle alici di Cetara mette d’accordo Napoli e la Costiera, i luoghi che ho scelto per le mie due pizzerie, visto che ho un secondo locale in provincia di Salerno. In più, unire ad un classico la colatura di pesce fa parte del mix di tradizione e innovazione che ho sposato da sempre come filosofia del mio lavoro.

-Cosa ti aspetti da questa edizione 2017 del Caputo Napoli Pizza Village?
Dalla festa della pizza più grande del mondo, mi aspetto di far conoscere la ricerca e la passione che c’è dietro il lavoro di noi pizzaioli. E ,magari spero di aggiudicarmi altri premi, visto che sarò in gara per il Trofeo Caputo.

 

Pizzeria Napoli 1820
Ciao e le specialità della Pizzeria Napoli 1820 al Napoli Pizza Village 2017 845 445 Alessandra

Ciao e le specialità della Pizzeria Napoli 1820 al Napoli Pizza Village 2017

ENGLISH VERSION: CLICK HERE

Antonio Caiazza ha aperto la sua Napoli 1820, rilevando un ristorante preesistente e non ha spezzato la continuità: il suo locale, ispirato a Ferdinando I di Borbone, amante delle osterie e della cucina semplice sforna, pizze che puntano tutto sulla ricerca dell’ingrediente perfetto, ma anche piatti di mare.
Destreggiandosi in maniera eccellente tra uno stile gastronomico e l’altro ecco cosa ci racconta del suo Napoli Pizza Village 2017 il nostro artigiano di Via Gramsci a Napoli.

-Quali specialità presenterai sul lungomare Caracciolo?
La mia pizza speciale è proprio la Napoli 1820 con ricotta di bufala, scaglie di parmigiano provola di agerola e pomodoro, che rappresenta completamente la filosofia del mio locale

-Quale pomodoro userai per la tua Napoli 1820?
Il datterino giallo e il pomodoro San Marzano

-Perché hai scelto questa pizza per rappresentarti al NPV?
Ho scelto la Napoli 1820 perché è una delle specialità più gettonate del mio menu e spero di farla conoscere a tantissimi appassionati di pizza, che ne apprezzino la scelta di ingredienti d’eccellenza che da sempre è la base della filosofia del mio locale.

-Cosa ti aspetti da questa edizione 2017 del Caputo Napoli Pizza Village?
Il Napoli Pizza Village è la vetrina sulla pizza più grande del mondo. Questo è la mia IV festa e spero che sia la più ricca di amici di sempre!

 

Pizzeria Nanà
Ciao e le specialità della Pizzeria Nanà al Napoli Pizza Village 2017 845 445 Alessandra

Ciao e le specialità della Pizzeria Nanà al Napoli Pizza Village 2017

English version: click here

Una storia che sa d’amore quella di Silvio Zingarelli della Pizzeria Nanà: amore per la sua Napoli, per il piatto più rappresentativo di questa terra e per i valori di una volta.

La pizzeria Nanà è giovane. Dopo una lunga gavetta nel centro storico di Napoli, Silvio Zingarelli decide di dedicarsi anima e corpo allo studio della pizza e nel 2010 apre un locale tutto suo a cui dà il nome della figlia, Nanà!

Con la stessa passione l’artigiano di via Biscardi a Poggioreale ci racconta il suo Napoli PizzaVillage

-Quali specialità presenterai sul lungomare Caracciolo?
Ho scelto due varianti di gusto molto diverse tra loro: una bianca e una rossa, per accontentare tutti! La rossa sarà la classica margherita e la bianca una novità alla ricotta e provola, arricchita dal tarallo napoletano

-Quale pomodoro userai per la tua margherita?
Il classico pelato come previsto dal disciplinare della pizza stg

-Quale delle due specialità rappresenta di più la Pizzeria Nanà?
Di sicuro la margherita perché, in fatto di pizza, è il vero amore di tutti i napoletani e il mio locale ha un cuore verace e popolare.

-Cosa ti aspetti da questa edizione 2017 del Caputo Napoli Pizza Village?
Spero che questo villaggio della pizza sia una vetrina ancora più potente non solo per farci conoscere all’estero, ma anche per dar luce alle pizzerie di quartiere!

ciao e napoli pizza village
Ciao sponsor ufficiale del Caputo Napoli Pizza Village 2017 845 445 Alessandra

Ciao sponsor ufficiale del Caputo Napoli Pizza Village 2017

English version: click here

 

Dal 17 al 25 giugno, il Caputo Napoli Pizza Village aprirà una grande finestra sul mondo della pizza napoletana d’eccellenza e anche quest’anno Ciao sarà il pomodoro ufficiale della kermesse e del Campionato Mondiale del Pizzaiolo che decreterà il miglior artigiano del 2017.

Si contano le ore all’apertura del villaggio della pizza: 9 giorni di impasti e condimenti daranno il via all’estate della grande gastronomia napoletana, mettendo l’accento sull’importanza della tecnica e dell’attenzione agli ingredienti di qualità, per un piatto come la pizza napoletana, imitato ovunque ma dalle caratteristiche uniche.

Chi sarà il campione del mondo tra i pizzaiuoli APN (Associazione Napoletana Pizzaioli)e quali specialità ci regaleranno le 50 pizzerie napoletane sul Lungomare Caracciolo per la kermesse d’arte bianca più famosa del mondo?

Lo scopriremo ormai tra pochissimo, visto che mancano solo 3 giorni all’apertura ufficiale del Napoli Pizza Village 2017: il taglio del nastro di partenza è previsto per sabato 17 giugno.

Format invariato, ma ancora più incalzante con un’attenzione rinnovata alla pizza fritta, alla presenza femminile nel parterre de rois dei pizzaioli e al Trofeo Caputo, con ben 3 giorni ti gara per decretare il pizzaiolo più bravo del mondo in ben 9 categorie: dalle lavorazioni più classiche ai dischi di pasta acrobatici.

50 le pizzerie in vetrina e centinaia gli artigiani che convergeranno da tutto il mondo nello stadio della Pizza sul Lungomare Caracciolo per partecipare al 16° Trofeo Caputo.

Di tutte le 100.000 specialità che si stima verranno sfornate nei 9 giorni della kermesse, il pomodoro ufficiale sarà quello di Ciao, che rinnova così ancora una volta la partnership con il più importante evento mondiale della pizza d’eccellenza.

Noi vi racconteremo l’arte, le specialità in gara e tra gli stand , i sapori, i colori e i volti di quella che alla fine è sopratutto una festa grande come il cuore di Napoli, che accoglie chiunque intorno alla sua tavola popolare fatta di eccellenza semplice!

Venite a far festa con noi!