Articoli taggati :

pelati

Gulfood 2020
Ciao partecipa a Gulfood 2020 1024 576 Alessandra

Ciao partecipa a Gulfood 2020

Riparte il tour di “Ciao – il Pomodoro di Napoli” per far conoscere il principe della cucina partenopea in tutto il mondo. Prossima tappa Dubai dove dal 16 al 20 febbraio 2020 si terrà Gulfood 2020. Scopri tutte le novità dal Sole del Vesuvio al Dubai Trade Center. Ci trovi alla Hall2 stand C2 34 .

Cosa accadrà?

I sapori del Vesuvio sbarcano di nuovo a Dubai per Gulfood 2020, portando anche nei paesi arabi i profumi della cucina partenopea.
Pizza e polpette, saranno i due principali protagonisti degli show cooking di “Ciao – il Pomodoro di Napoli: due piatti cult semplici e genrerosi come tutti i sapori del Sud Italia.

Saranno due i grandi matador della napoletanità.

Davide Civitiello difenderà i colori dell’arte bianca sfornando le più classiche ricette della tradizione all’ombra del Vesuvio: marinara e margherita con qualche chicca che non manca mai ai suoi cooking show.
Ignazio Brancato del Costa Beach di Ferrara racconterà l’arte delle polpette specialità napoletana, ma anche piatto tipico della cucina di tutta Italia. La polpetta napoletana che asseggeremo al Dubai Trade Center è un piatto magico che sa dosare sapientemente l’umiltà degli ingredienti della cucina tipica partenopea (come il pane raffermo immancabile nelle polpette) e la ricchezza di sapore che solo il sole del Vesuvio sa regalare a prodotti come i pomodori Ciao.

Vuoi ritrovare in tutto il mondo i profumi mediterranei di “Ciao – il Pomodoro di Napoli”?

Seguici sul nostro sito e la nostra pagina Facebook e se sei un professionista lascia nella messaggistica privata dei nostri social i tuoi riferimenti (email, nome e indirizzo del tuo locale e numero di telefono) per rimanere aggiornato tramite la nostra newsletter.

 

controlli di qualità
Come arriva in tavola la qualità dei pomodori Ciao 1024 536 Alessandra

Come arriva in tavola la qualità dei pomodori Ciao

ENGLISH VERSION: CLICK HERE

 

Solo pomodori interi e succo di pomodori, in conserva: non serve nessun altro ingrediente per ottenere la qualità dei prodotti Ciao. A questa semplicità si aggiunge un metodo rigoroso che verifichi che tutto sia fatto alla perfezione. Scopriamo insieme da cosa nasce la certezza di portare sempre in tavola l’estate napoletana.

Attenzione, controlli e metodo queste le 3 parole chiave della produzione di Ciao.
I nostri pomodori arrivano nella tua cucina, interi, perfetti, carnosi lucidi e sodi perché vengono inscatolati a poche ore dalla raccolta. Ma anche grazie a controlli puntuali durante tutto il processo di produzione.

Vediamo insieme quanta cura impiega Ciao per mantenere la promessa di portare sempre in tavola l’estate napoletana.

Il primo controllo di qualità è ovviamente quello che avviene nei campi.

Attraverso il monitoraggio costante delle coltivazioni e delle quantità piantate per ettaro e grazie ad accordi precisi con le cooperative agricole è possibile rigettare gli ortaggi non conformi agli standard.

Poi ci sono i test in fabbrica lungo tutto il processo di produzione.

  • Controlli del perfetto colore dei pomodori che scartano i più verdi o i gialli separandoli dai rossi.
    Controlli della calibratura ovvero dell’omogeneità delle grandezze.
    Controlli dell integrità dei pomodori anche dopo la pelatura.

L’ultima verifica prima del confezionamento è quella sempre artigianale delle nostre signore del Vesuvio.

Solo l’esperienza contadina può  completare con occhi e mani il lavoro delle macchine.

In aziende storiche come Ciao – il pomodoro di Napoli, niente quindi può sostituire il lavoro dell’uomo.

Mani e tecnologia insieme fanno dell’innovazione il mezzo per rendere più sicura la tradizione: questa è la morale di una storia fatta di sapore e cultura!