Articoli taggati :

Pomodoro

Kebab freddo di Kinda Fanounet
Il kebab freddo di Kinda Fanouneh 1024 536 Alessandra

Il kebab freddo di Kinda Fanouneh

Sui nostri social vi stiamo mostrando come i nostri pomodori siano preziosi per realizzare le ricette tradizionali non solo alla napoletana, ma di tutto il mondo. Ecco il kebab freddo di Kinda Fanouneh

 

Ingredienti

  • Manzo Macinato 500 g
  • Ciao Pomodori 1 Latta
  • Cipolla
  • Aglio
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • Olio vegetale (4 cucchiai)
  • Pepe:  mezzo cucchiaino
  • Sale : 1 cucchiaino
  • Sette spezie mezzo cucchiaino
  • Melassa di melograno 1 cucchiaio

Per il Riso:

  • Riso basmati : 1 tazza da bollire in acqua per 10 minuti “
  • Vermicelli : 4 cucchiai
  • Olio vegetale 5 cucchiai
  • Sale: 1 cucchiaino
  • Acqua calda 1 tazza e mezza

 

Istruzioni

Le polpette di carne

Scaldiamo l’olio vegetale e mettiamo la cipolla e l’aglio affettati e mescoliamo fino a renderli morbidi.

Poi aggiungiamo sale, pepe, sette spezie e un po’ di olio d’oliva alla carne e formiamo delle palline simili per dimensioni.

Aggiungiamole alla salsa di pomodoro e facciamo stufare fino a quando non saranno ben cotte .

Infine aggiungiamo la melassa di melograno e spegniamo il fuoco

 

Il riso

Scaldiamo l’olio quindi aggiungiamo i vermicelli e lasciamo cuocere fino a quando non diventano dorati; quindi aggiungiamo il riso e l’acqua e lasciamo stufare per 20 minuti a fuoco medio.

 

pelati a cubetti
Come si fanno i pomodori Ciao: I Pomodori Pelati a Cubetti 1024 536 Alessandra

Come si fanno i pomodori Ciao: I Pomodori Pelati a Cubetti

I Pomodori Pelati a Cubetti di Ciao – il pomodoro di Napoli richiedono una gran cura nella preparazione per garantire un rigido standard di dimensione, consistenza e sapore. Il risultato è un prodotto buono e pratico che facilita la vita di chef e pizzaioli perché riduce i tempi di lavorazione di ogni ricetta. Vediamo perché …

I cubetti di pomodoro di Ciao – il pomodoro di Napoli uniscono la perfezione del pelato, approvato dalle più grandi associazioni di categoria del mondo pizza e dalle più grandi scuole di cucina italiane, alla praticità di una consistenza pronta all’uso per tutte le preparazioni.

Il nostro catalogo recita più o meno così: ma che significa?

Per capirlo occorre iniziare dagli step di lavorazione del prodotto.

L’ingrediente cardine per la realizzazione di questo prodotto è il pomodoro pelato.
Il nostro cubettato quindi mantiene tutta la qualità della lavorazione dei pelati Ciao – il pomodoro di Napoli, che ormai fa scuola in tutto il mondo!

I pomodori appena raccolti, selezionati, integri e maturi vengono portati in fabbrica per essere sottoposti, entro pochissime ore, al procedimento di scottatura e pelatura.

Prima di questi passaggi i pomodori dovranno già essere stati selezionati attraverso sofisticati macchinari che scartano gli ortaggi non conformi agli standard di grandezza, salubrità del frutto e colore e non prima delle diverse fasi di lavaggio.

Solo dopo la pelatura i pomodori potranno trasformarsi in cubettato attraverso il taglio che viene effettuato a macchina con lame equamente distanziate in modo da ottenere cubetti uniformi.

La dimensione perfetta e regolare dei dadini è di 19×19 mm.
Dopo questo passaggio il pomodoro verrà inscatolato aggiungendo esclusivamente succo di pomodoro parzialmente evaporato.

Il procedimento di lavorazione per step:

  • scottatura,
    pelatura ,
    taglio a lame e
    aggiunta di succo parzialmente evaporato
    è un’esclusiva del metodo Ciao – il pomodoro di Napoli e garantisce una consistenza ruvida e setosa al tempo stesso.

Tutto questo per ottenere un prodotto già perfetto e pronto all’uso anche per le ricette a maggior impatto visivo, riducendo tempo e sforzi in cucina, dove il tempo non basta mai.

Sorrento Gnocchi Day
Ciao il pomodoro di Napoli a Sorrento Gnocchi Day: cosa accadrà 1024 576 Alessandra

Ciao il pomodoro di Napoli a Sorrento Gnocchi Day: cosa accadrà

L’evento clou di Sorrento Gnocchi Day sarà la cena degustazione che si terrà il 6 ottobre  presso la Terrazza delle Sirene del Circolo dei Forestieri di Sorrento. Una serata magica dove tradizione e innovazione danzeranno in un valzer di sapori. Ciao il pomodoro di Napoli supporta la  tradizione campana in questa edizione. Vediamo cosa ci aspetta

 

10  tra chef stellati ed emergenti, 5 ricette indimenticabili per reinterpretare in altrettante versioni gli gnocchi alla sorrentina, uno dei piatti tradizionali della cucina campana più amati al mondo : ecco il format del Galà di Sorrento Gnocchi Day.

 

Il pomodoro sarà quindi protagonista indiscusso di 5 rivoluzionarie ricette che avranno per filo conduttore il rapporto tra  tradizione e innovazione. 

Ma chi saranno i geniali innovatori di un must come gli gnocchi alla sorrentina?

 

  • Vincenzo Guarino de  La Tavola Rossa al Castello di Postignano di Sellano,
  • Domenico Iavarone di Jose Restaurant di Torre del Greco,
  • Pasquale Palamaro, di  Indaco del Grand Hotel Regina Isabella di Ischia
  • Fabio Pesticcio  del ristorante   Il Papavero di Eboli e 
  • Giuseppe Saccone chef del Vesuvio Panoramic Restaurant dell’Hotel Mediterraneo di Sant’Agnello. 

 

avranno la responsabilità di tenere alta la bandiera del piatto della domenica e non solo in Penisola!

 

Ciascuno di loro sarà affiancato da una “giovane promessa”.

 

  • Marco Parlato del Parlato Restaurant, 
  • Paolo del Giudice del Capasanta, 
  • Emanuel Scotti de Le Rêve della Tenuta C’est la Vie, 
  • Simone Visconti de Il Papavero e 
  • Alfonso Amaro della Corte San Lorenzo.

 

Il pomodoro perfetto per gli gnocchi alla sorrentina deve avere il giusto equilibrio tra dolcezza e freschezza e la consistenza vellutata, ma corposa al tempo stesso.

 

Nulla è scontato però a Sorrento Gnocchi Day e i 10 chef saranno liberi di usare tutti i prodotti tra le nostre conserve.

Cosa succederà a Sorrento?

Lo scoprirete seguendo i nostri social o assaggiando nei ristoranti che aderiscono alla manifestazione le proposte di questa edizione 2022. 

Come sapere quali? 

 

Basta trovare l’elenco delle location aderenti sulla Pagina Facebook Sorrento Gnocchi Day.

raccolta
La raccolta di Ciao il pomodoro di Napoli: come avviene 1024 684 Alessandra

La raccolta di Ciao il pomodoro di Napoli: come avviene

Agosto in Campania, ma in generale al Sud d’Italia, è tempo di raccolta di pomodori. Vediamo come Ciao – il pomodoro di Napoli perpetra quello nel Mezzogiorno è quasi un rito di passaggio dell’estate.

La raccolta dei pomodori oblunghi, tipo Roma, in Campana in genere va da fine luglio alla prima metà di settembre a seconda delle condizioni meteo e della maturazione dei frutti.

La maturazione

Quest’anno , come vi stiamo raccontando, i nostri pomodori ci hanno messo qualche settimana in più a diventare rossi, polposi e sodi come sono sempre i pomodori Ciao al momento della raccolta.

Dobbiamo attendere il punto perfetto di maturazione prima di iniziare il procedimento di conserva. Solo così a tavola arriverà un prodotto che mantiene tutto il sapore dell’estate.

La raccolta

Fino a pochi anni fa, la raccolta avveniva esclusivamente a mano. Oggi il procedimento manuale viene pian piano sostituito da quello meccanico che non è solo più veloce ma anche più performante.

Già sul campo infatti le macchine raccoglitrici dispongono selezionatrici ottiche che consentono di effettuare un primo screening e scartare i frutti che non rispettano per grandezza e maturazione i rigidi standard di Ciao – il pomodoro di Napoli.

La lavorazione

Una volta raccolto, il pomodoro arriva nei nostri stabilimenti dove resterà poche ore prima di essere lavorato: solo il tempo di annotare l’orario di raccolta e la cooperativa di provenienza di ogni lotto, in modo da garantire la perfetta tracciabilità del prodotto.

Nelle 6/7 ore che separano il pomodoro dall’inizio del procedimento di conserva, si effettueranno vari controlli come il sampling e le prime analisi chimiche che, prelevando e analizzando una quantità a campione di prodotto, garantiranno l’arrivo alle pelatrici di soli pomodori perfetti per forma e colore e stato di salute del frutto.

Solo dopo questi passaggi è possibile completare l’accettazione di ogni carico raccolto, garantendo la sua idoneità ad entrare nel processo produttivo di Ciao – il pomodoro di Napoli.

Nel nostro procedimento di lavorazione quindi tradizione e tecnologia non sono in conflitto, ma si danno la mano per raggiungere l’eccellenza!

Pizza Village
Ciao il pomodoro di Napoli sponsor del Pizza Village 810 450 Alessandra

Ciao il pomodoro di Napoli sponsor del Pizza Village

Dal 17 al 26 giugno Ciao – il pomodoro di Napoli sarà ancora una volta uno dei protagonisti principali del Napoli Pizza Village come brand sponsor della manifestazione. Si prospetta un’edizione 2022 all’insegna della voglia di stare insieme e della cultura della mediterraneità. Ecco cosa accadrà!

Ciao il pomodoro di Napoli riparte dalla città della pizza per dare centralità all’arte del pizzaiolo, patrimonio immateriale dell’umanità e da sempre focus della sua vision.

E proprio Napoli e il Pizza Village saranno l’occasione per mostrare al mondo le novità del 2022. Del resto ogni anno più di 1 milione di visitatori  riempiono il lungomare partenopeo nei giorni della kermesse.

Cosa accadrà?

Per prima cosa sarà dato grande spazio al nuovo look e al nuovo logo che rendono sempre più al passo coi tempi l’amore per la tradizione che caratterizza la filosofia di Ciao – il pomodoro di Napoli.

L’altra novità è la sempre maggiore attenzione del brand alla sana alimentazione e alla dieta mediterranea , frutto di una green policy sempre più stringente.

Proprio per questo all’interno dello stand Ciao, che si troverà al centro della rotonda Diaz, verrà allestito un percorso multimediale che avrà per titolo “Il re della Dieta Mediterranea”. All’interno dello spazio  una raccolta di contenuti video racconterà tutte le sfumature di quel piccolo miracolo del Mezzogiorno che è ancora “fare i pomodori”, seppur con l’ausilio della tecnologia al servizio della qualità!

All’interno dello stand Ciao, si parlerà naturalmente di pizza, di alta cucina, della tecnologia che sta dietro ogni latta e ci sarà spazio anche per la cultura della convivialità con una raccolta di fotografie a tema pizza direttamente dal pubblico del Pizza Village. Basterà infatti scattare una foto durante i giorni della festa che faccia pensare alla pizza napoletana e pubblicarla sul proprio feed Instagram con l’hashtag #ciaopomodori per rivedersi sui monitor del nostro stand!

TuttoPizza
TuttoPizza 2022: un appuntamento irrinunciabile per chi fa business con il settore pizza e Horeca 810 450 Alessandra

TuttoPizza 2022: un appuntamento irrinunciabile per chi fa business con il settore pizza e Horeca

TuttoPizza torna alla Mostra d’Oltremare  a Napoli, dal 23 al 25 maggio 2022  per dare visibilità all’intera filiera del mondo pizza. Ciao – il pomodoro di Napoli sarà protagonista dell’evento con masterclass e possibilità di degustazione al Padiglione 6 stand 680.

Una fiera unica del suo genere; il primo evento dedicato completamente al mondo della pizza nella sua città d’origine. Questa è la TuttoPizza: un evento allo stesso tempo di respiro internazionale e locale.

CMDO non poteva mancare a TuttoPizza con il suo marchio storico Ciao – il Pomodoro di Napoli:

  • Portavoce della cultura della pizza napoletana in Italia e nel mondo da oltre 40 anni.
  • Fondatore dell’iniziativa che ha ottenuto dall’ Unesco il riconoscimento di Patrimonio Culturale dell’Umanità dell’arte del pizzaiuolo napoletano.
  • Promotore del marchio IGP del Pomodoro pelato di Napoli con il suo CEO e Fondatore Lino Cutolo

Questi alcuni degli aspetti della nostra mission che legano Ciao il pomodoro di Napoli a questa IV edizione di TuttoPizza.

Ciao – il pomodoro di Napoli sarà presente all’evento non solo con un suo spazio, ma anche con assaggi innovativi di pizza fritta contemporanea,.

Le specialità all’assaggio saranno realizzate da Raffaele Di Stasio della Pizzeria Verace Assaje, Campione del primo reality show sulla pizza: Master Pizza Champions.

Altro appuntamento da non perdere: una masterclass sugli aspetti tecnici legati al mondo del pomodoro pelato e del suo impiego sulla pizza napoletana condotta da Corrado Manna .

Vi aspettiamo alla Mostra D’Oltremare al Padiglione 6 – Stand 680.

Cibus 2022
Ci vediamo a Cibus 2022 810 450 Alessandra

Ci vediamo a Cibus 2022

La stagione dei grandi eventi di  Ciao – il pomodoro di Napoli, continua con Cibus 2022 . L’evento si terrà dal 3 al 6 maggio presso il complesso Fiere di Parma.
Scopriamo le novità che ci aspettano al padiglione 5 stand C032

Cibus è il Salone Internazionale dell’alimentazione, ovvero la fiera di riferimento del settore agroalimentare italiano dove il meglio del made in Italy in fatto di food trova la sua massima espressione.

Cibus 2022

Un’edizione particolarmente interessante per Ciao – il pomodoro di Napoli quella del 2022 perché promette di toccare temi come:
–  i rapporti tra industria e distribuzione,
–  il ruolo della filiera agricola per la redditività delle imprese,
–  la ristorazione del futuro e il ruolo dei prodotti Dop e Igp negli assortimenti.
Per un’azienda leader in tutti i continenti e che lavora prodotti Igp come il pomodoro pelato e Dop come il San Marzano questo 21° salone Internazione dell’Agroalimentare sarà quindi l’evento adatto per raccontare le3 grandi novità del mondo Ciao!

Le novità

Ciao – il pomodoro di Napoli infatti porta a Parma la sua nuova immagine fatta di colori che richiamano i valori concreti della tradizione, ma anche l’unicità di un marchio che rivolgendosi ai professionisti,  ha saputo centrare l’obiettivo di portare il saper fare del Mezzogiorno in tutto il mondo, mantenendo la veracità di chi vive a contatto con la propria terra.

Questi elementi saranno protagonisti assoluti  all’interno degli eventi che si alterneranno al nostro stand durante i giorni di Cibus, per raccontare la direzione che vogliamo seguire dove passato, presente e futuro viaggiano in un’unica direzione!

Pizza Senza Frontiere
Ciao a Pizza Senza Frontiere! 810 450 Alessandra

Ciao a Pizza Senza Frontiere!

Ciao – il pomodoro di Napoli è sempre al fianco dei pizzaioli italiani e internazionali per tenere alta la bandiera della pizza d’eccellenza. La prossima tappa di questa missione sarà al polo Fiere di Roma dove il 25 e 26 aprile si terrà Pizza Senza Frontiere: la prima sfida mondiale tra artigiani del 2022. Ecco cosa ci aspetta

2 giorni di sfide
10 categorie in gara
250 concorrenti
400 Mila mq di kermesse
Questi i numeri di una manifestazione che coinvolgerà il principali player internazionali del settore agroalimentare, tra cui anche Ciao – il pomodoro di Napoli custode dei valori della pizza napoletana tradizionale: una delle categorie più affascinanti della due giorni.

Le 10 sfide di Pizza Senza Frontiere riguarderanno

– Pizza in Teglia alla romana
– Pizza in Pala
– Pizza tonda al matterello
– Pizza a 4 mani su specialità romane
– Pizza a sorpresa – Mistery box
– Pizza classica
– Pizza Napoletana
– Pizza al metro
– Pizza freestyle singola
– Pizza freestyle a squadre

Le pizze saranno valutate in base a:

– cottura
– gusto/abbinamento
– aspetto della pizza
Il giudice ai forni darà un punteggio da 1 a 100 rispetto a destrezza/pulizia/manualità/modo di lavorare

Tutti i primi classificati in ogni categoria entreranno di diritto a far parte della finale di Master Pizza Champions il primo talent show dedicato all’arte bianca.

Previsti inoltre 3 premi di categoria

Pizza in rosa: per la donna pizzaiolo che avrà ottenuto il punteggio assoluto più alto in una delle categorie in gara

Pizzachef emergente: per il pizzaiolo under 30 con il punteggio assoluto più alto in una qualsiasi delle competizioni

Re delle pizze romane: assegnato al pizzaiolo che nelle gare di pizza romana (teglia, pala, tonda al matterello) otterrà il miglior risultato assoluto quale somma dei punteggi delle gare.

Non resta che fare i nostri in bocca al lupo a tutti i concorrenti e aspettare i nomi dei prossimi campioni!
Seguiteci sui nostri social per conoscerli!

Gulfood
Ciao al Gulfood 2022 810 450 Alessandra

Ciao al Gulfood 2022

Prosegue Gulfood ’22. Tante sorprese tanta pizza e tanta eccellenza napoletana e Made in Italy. Ecco cosa ci aspetta in questi giorni al World Trade Center Za’abeel Hal 4 Stand Z4 – F34

Una grande emozione tutta a base di pizza questo Gulfood 2022.

I 4 pilastri dell’arte bianca alla napoletana: Ciao il pomodoro di Napoli, Mulino Caputo, Sorí, e Olitalia infatti si sono uniti per mettere su la Casa della Pizza.

Cos’è la casa della pizza ?

Il tempio dell’eccellenza made in Italy nel cuore del World Trade Center di Dubai.

Fino al 17 febbraio, infatti al Gulfood proprio grazie alla Casa della Pizza verranno sfornate centinaia di specialità napoletane condite con il pomodoro Ciao, l’olio di oliva Olitalia, la mozzarella di Sorí e realizzate con la farina di Mulino Caputo.

Il matador dell’evento sarà Simone Fortunato della pizzeria Diaz che realizzerà i classici napoletani: Margherita e Marinara.

Grande attesa anche per le sue famose polpette napoletane condite con il ragù a base di pomodoro Ciao.

La dolcezza dei pomodori del Vesuvio Ciao è un plus che insieme al sapore della carne rende il sugo davvero saporito.
Le polpette della pizzeria Diaz ,quindi mettono insieme la maestria della ricetta tradizionale e l’eccellenza di un condimento dalla giusta acidità, sapidità e consistenza.

Sono previste incursioni anche di Vincenzo Capuano che porterà una ventata di arte bianca contemporanea.

Se avete voglia di tuffarvi in un mare di napoletanità non vi resta che venirci a trovare: di sicuro farete una scorpacciata dei piatti più veraci e gustosi di sempre!

campagna video Ciao
La nuova campagna video di Ciao 810 450 Alessandra

La nuova campagna video di Ciao

Il pomodoro, e con lui tutta la solarità del Sud, è l’elemento principe della cucina italiana e non solo. Ciao crede che un po’ di Napoli ci stia bene in ogni menu e perciò ha deciso di dedicare la sua campagna video a tutte le specialità in rosso in Italia e nel Mondo.

 

Nella nuova campagna video di Ciao racconteremo il pomodoro in cucina attraverso tante sfumature

I nostri eventi ci portano a conoscere le realtà di tutti e 5 i continenti, del resto Ciao è presente in ben 95 paesi. Perciò nel nostro WORLD video tour, racconteremo non solo i nostri viaggi in giro per le fiere e i grandi eventi nel mondo, ma anche come il pomodoro può trasformare la cucina di ogni ristorante anche fuori dallo stivale.

Naturalmente la gastronomia italiana è quella che meglio si presta a raccontare la dolcezza del pomodoro napoletano.
Ogni mese perciò entreremo nelle cucine di tanti ristoranti italiani per vedere farci raccontare come nelle Regioni del Bel Paese si declini la passione tutta italiana per il pomodoro e darvi anche tante ricette e consigli per usare questo ingrediente in maniera tradizionale o innovativa dall’antipasto al dolce.

Lo faremo attraverso 2 rubriche : passione Italia e Menu d’autore

Vuoi partecipare anche tu ? Scopri come farlo qui 

E non dimentichiamoci la vocazione del pomodoro Ciao all’arte bianca.
Nella rubrica Ciao Unesco vogliamo omaggiare l’arte dei Pizzaiuoli Napoletani patrimonio dell’umanità con affettuosi ritratti.

Siete pronti a viaggiare con noi attraverso forni e fornelli ?
Seguiteci su Instagram Facebook e naturalmente YouTube!